Siamo tutti sulla stessa strada...

Tambellini getta la maschera: vuol asfaltare la Piana?

Dopo la fine della campagna elettorale il Sindaco di Capannori torna a chiedere al collega di Lucca di avviare un tavolo sulla mobilità per risolvere in tempi brevi il problema del traffico nella Piana.

Come sosteniamo da anni, se il problema venisse risolto (ed è possibile farlo) addio Assi Viari. Alla luce dei fatti l’opera si renderebbe del tutto inutile.

E allora Lucca cerca in tutti i modi di mantenere il problema per giustificare la mega opera, quasi fosse l’unica soluzione.

Finalmente la realtà viene a galla: Lucca non vuol risolvere il problema, se non con un mega appalto che porterebbe alla distruzione della Piana. A questo punto viene da chiedersi quale sia l’interesse reale…

Di seguito un post del sindaco Menesini apparso oggi su Facebook:

Fermeremo lo scempio.

Ho chiesto al sindaco di Lucca Alessandro Tambellini di avviare insieme un tavolo per la mobilità, in modo da studiare innovative soluzioni che migliorino la vita dei cittadini di Lucca e di Capannori, soprattutto in quei centri abitati che da anni convivono con traffico di Tir e smog.
Una proposta per fare un passo avanti, tutti.
Cosa fa il sindaco di Lucca invece di dire “sì, mettiamoci subito al lavoro”?
Mi scrive che fa ricorso contro l’ordinanza di limitazione del traffico su viale Europa. E dice che lo fa ora, perché prima non voleva interferire con la campagna elettorale. Non so se a Lucca sanno contare, ma l’ordinanza è targata anno 2011: mica ci sono stati 8 anni di campagne elettorali! Dopo 8 anni, fa ricorso. 8 anni: ne aveva di tempo dal 2011 di fare qualcosa (Tambellini è sindaco dal 2012, io dal 2014) eppure nulla ha fatto.
Nel 2019, dopo la mia proposta in positivo di far fare insieme un passo avanti ai nostri territori, risponde che lui scegli di fare due passi indietro.
Una scelta che non torna: un sindaco che pensa ai cittadini sarebbe già in riunione con me, i tecnici e le categorie per provare nuove viabilità per i Tir.
E allora perché Tambellini fa così? Quando si amministra bisogna avere il coraggio di dire ai cittadini perché si fanno le scelte che si fanno, soprattutto quando sono insensate. 
Il sindaco di Lucca ha fatto questa scelta perché vuole gli assi viari troiaio così come li ha realizzati Anas (per fortuna anche il parere tecnico rilasciato dal Comune ha evidenziato criticità ambientali forti e le prescrizioni date impongono una drastica revisione del progetto. Ma la partita è anche e soprattutto politica: dobbiamo dire tutti insieme che senza modifiche il progetto viene rispedito al mittente, sennò Anas si sente legittimato a non fare le modifiche).
Il sindaco di Lucca lo ha sempre detto che gli assi vanno fatti e che le modifiche sono un optional. E ora – dopo aver visto quanto questa posizione non sia condivisa dai cittadini – vuole provare a rendere ancora più invivibile la situazione a Lucca e Capannori per vedere se le persone cambiano idea.
Non solo non vuole trovare soluzioni alla questione del traffico dei Tir, vuole addirittura aggravare le condizioni.
Caro Alessandro, ti impedirò di portare a compimento questo progetto folle e devastante per Lucca e Capannori. 
Il progetto di Anas è un troiaio e, a parte te e qualche amico, ormai la cosa è chiara a tutti.
Anas ha realizzato un’opera di un impatto ambientale insostenibile: dare il via a quel progetto vorrebbe dire dare alle generazioni future un ambiente in cui vivere assai peggiore di come lo abbiamo trovato noi.
La sostenibilità deve essere prioritaria sempre, non a momenti alterni a seconda di cosa c’è sul piatto.
Nulla può e deve essere più importante della qualità della vita dei nostri cittadini.
Il progetto degli assi viari va cambiato e nel frattempo bisogna lavorare a soluzioni sperimentali nei prossimi mesi.
Prenditi qualche giorno per riflettere e poi fai la scelta giusta per i cittadini.