Siamo tutti sulla stessa strada...

Nencini ha scoperto l’acqua calda

Nencini ha scoperto l’acqua calda.

L’allarme lanciato dal Senatore è del tutto infondato e trasuda polemica politica fine a se stessa.

Secondo l’ex vice ministro delle Infrastrutture il Governo avrebbe rinviato la fase di appaltabilità del progetto al 2020, quando invece aveva promesso di appaltare i lavori già nel 2019.

In realtà un addetto ai lavori qual è il Senatore Nencini dovrebbe sapere che l’iter di approvazione del progetto definitivo è tutt’altro che rinviato.

Il progetto adesso è in attesa della Conferenza dei servizi poi passerà al vaglio del CIPE che dovrà pronunciarsi, ci auguriamo in modo negativo. Tutto questo, verosimilmente, entro la fine del 2019.

Dopodichè il progetto, se approvato, dovrà passare alla fase di appaltabilità.

E’ ovvio, quindi, che prima del 2020 non si vedranno i cantieri. Quindi dove sta l’allarme? Purtroppo è solo politica o un mero tentativo di sopire gli animi per poter lavorare in tranquillità su di un’opera che è tutt’altro che prioritaria.

Noi fortunatamente siamo informati e non abbassiamo la guardia così facilmente. Anzi in questi ultimi giorni ci siamo mossi per avere informazioni in vista della prossima impugnazione del progetto. Il nostro obiettivo rimane fermo e chiaro: bloccare il progetto perché inutile e dannoso per tutti.

Entro la fine di Giugno convocheremo un’assemblea pubblica per dare tutte le informazioni a coloro che vorranno scendere in campo al nostro fianco in difesa della zona est di Lucca e Capannori. Certo, la politica è ancora in tempo per accorgersi del danno che sta facendo, tuttavia ci prepariamo al peggio, conoscendo chi abbiamo di fronte.

Comitato Assi Viari Lucca